Tutta la filiera del gioco d’azzardo online italiano

Nella vita si aspetta sempre: di crescere, di avere esperienza, di trovare lavoro, di cambiare. Anche il gioco ha le sue attese e non ci dobbiamo dimenticare che i concessionari del gioco legale sono impossibilitati nel programmare il loro futuro commerciale. E’ stato proposto di cambiare e sostituire gli apparecchi di intrattenimento per migliorare l’offerta ai consumatori e non dirottarli al mercato estero (ovviamente parliamo dei giochi online), oppure invogliarli a ritornare al gioco illegale che non dà assolutamente né tutela né garanzie al giocatore: di questo cambio non si parla nemmeno più in termini precisi, tutto è lasciato al “si dice” ma non esattamente si specifica né come né quando. Si parla solo di nuovi versamenti -importanti- che i concessionari dovranno fare per soppiantare con le nuove apparecchiature -le fatidiche new slot- le vecchie attrezzature. Le tempistiche di questo cambiamento non sono sufficientemente chiare oppure sono di interpretazione “diversa ed alternativa”, mentre sono ben chiari i “dettami” a cui vengono sottoposti gli operatori di sale da gioco quando devono provvedere ad eliminare apparecchi di gioco esistenti in virtù di disposizioni emesse da Sindaci o da Regioni che cambiano le regole “in corsa” in “barba alle concessioni” ed ai principi costituzionali.

La filiera del gioco lecito vuole chiarezza e semplicità, ma sopratutto rispetto: gli impegni finanziari assunti e da assumere sono “pesanti ed elevati” e gli operatori vogliono, anzi desiderano, sapere “di che morte dovranno morire”…. solo per “avere contezza” del proprio futuro.