Il gioco d’azzardo online ed il movimento 5 stelle

Sembrava già molto che fosse passato qualche giorno senza che qualcuno del M5S non avesse sottoposto un’interrogazione riguardante il mondo del gioco d’azzardo. Ed ecco prontamente che il Movimento torna a parlare di gioco e questa volta in particolare delle Vlt: al Ministro dell’Economia e delle Finanze si chiede “quali sia lo stato degli studi e delle simulazioni atti a prevedere la possibilità di stampare sul ticket le somme introdotte e l’eventuale vincita, quando sarà terminata l’analisi di rischio riciclaggio in tutte le attività di gioco e se vi sia la possibilità di creare un database con questi dati, e secondo quali criteri vengano attuali i controlli sia sulle sale che sui sistemi”. Questa è l’interrogazione e l’obbiettivo principale di questa è il riciclaggio.

Secondo il Movimento il Governo dovrebbe assumere iniziative al fine di evitare appunto il riciclaggio di danaro proveniente da attività illecite tramite il gioco d’azzardo, e particolarmente con le Vlt: in realta, dice ancora il M5S è sufficiente introdurre nella Vlt una banconota “sporca” per ottenere un ticket valido con quale alla cassa si può ritirare danaro “ripulito”. E’ veramente un serio e “reale possibilità” ed il sottosegretario di Stato, Enrico Zanetti, ha confermato che l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli sta agendo su vari fronti ed in particolare sta collaborando attivamente con le strutture competenti in materia al fine di fornire un’analisi di rischio specifica sul fenomeno del riciclaggio in tutte le attività di gioco, secondo le direttive emanate dalla struttura comunitaria.